POZZUOLI – «In merito ai dati difformi delle guarigioni comunicate da ASL e Comune di Pozzuoli nelle scorse settimane» fa sapere l’Asl Napoli 2 Nord «sia l’Azienda Sanitaria che il Comune avevano verificato la presenza di tale problema già dagli inizi di febbraio, individuando la problematica nella gestione della comunicazione dell’Unità epidemiologica COVID19 di Pozzuoli. Tutti i dati relativi alle guarigioni trasmessi dall’ASL all’Unità di Crisi regionale, infatti, sono risultati corretti; sulla base di questi dati l’Unità di Crisi regionale valuta il rischio dei territori che, pertanto, era sempre stato correttamente monitorato.»

LA SANZIONE – «L’Azienda Sanitaria, -si legge nella nota- alla luce della gravità dell’errore di gestione e comunicazione valuterà l’avvio di un’azione sanzionatoria nei confronti della dirigente responsabile dell’Unità epidemiologica COVID19 dell’area flegrea.» Il caso dei 1332 guariti spariti è venuto fuori ieri dopo il riconteggio dei dati su positivi e negativi. Da agosto a ieri -infatti- a causa di una serie di errori non erano stati comunicati al comune di Pozzuoli tutti i guariti, cosa che quotidianamente è tenuta a fare il centro epidemiologico territoriale che ha sede a Monterusciello.