POZZUOLI – “Abbiamo intimato al direttore della casa circondariale femminile di provvedere ad horas a tutte le opere necessarie per rimuovere i pericoli causati dal crollo parziale del muro perimetrale del carcere e consentire la riapertura di via Pergolesi. Ci rendiamo conto che si è trattato di un evento non prevedibile, causato dalla eccezionalità delle piogge cadute, ma per la città e per il deflusso delle auto in circolazione è troppo importante riaprire la strada. Contiamo di arrivarci nel giro di sette-otto giorni”. A dirlo è il sindaco di Pozzuoli Vincenzo Figliolia, rendendo nota l’ordinanza firmata ieri sera (la numero 158 del 6 ottobre 2021), a salvaguardia della pubblica e privata incolumità, con la quale si chiede alla direzione del carcere femminile, e quindi al Ministero della Giustizia proprietario della struttura, di realizzare a stretto giro l’intervento finalizzato alla “immediata riapertura al traffico” di via Pergolesi. In particolare, tali opere prevedono la recinzione dell’area di cantiere, la totale demolizione del muro pericolante, la regimentazione delle acque superficiali sul giardino sovrastante e il contenimento del terreno da eseguirsi all’interno della proprietà privata.