POZZUOLI – Sono 43 le persone che finora hanno contratto il coronavirus nella città di Pozzuoli. Sei i decessi registrati in città. L’emergenza, però, non spaventa tutti. Se da un lato c’è una parte della cittadinanza che da circa un mese non mette il naso fuori dall’uscio, dall’altro sono tanti i cittadini sorpresi negli ultimi giorni in strada. I finanzieri della Compagnia di Pozzuoli hanno sanzionato alcune persone mentre prendevano il sole, altre mentre pescavano o passeggiavano sul lungomare. A finire nei guai pure i titolari di una pasticceria: stavano confezionando pastiere pronte per essere messe in vendita. L’attività è stata sospesa e i prodotti dolciari sono stati devoluti in beneficenza.

A BACOLI – In vista di Pasqua, su tutto il territorio flegreo, i controlli si preannunciano più ferrei anche al fine di assicurare l’osservanza delle previste limitazioni riguardanti gli spostamenti all’interno dello stesso comune e tra località diverse, compreso il divieto di recarsi presso abitazioni differenti da quella principale, tra cui le seconde case utilizzate per le vacanze. Poche sere fa a Bacoli una coppia di sessantenni è stata sorpresa in strada in pigiama. I due, identificati e multati dalla Guardia di Finanza, hanno raccontato ai militari che stavano facendo una passeggiata.