CAMPI FLEGREI – Da circa una settimana il sistema di segnalamento della linea Cumana è in tilt, provocando forti ritardi nelle corse e conseguenti disagi per l’utenza, soprattutto nelle ore di punta. Orari di partenza totalmente sballati, tempi di percorrenza quasi raddoppiati, treni affollatissimi e sui social monta la protesta, alimentata anche dalla scarsa informazione da parte dell’EAV. Su un gruppo facebook dedicato alla linee flegree, ironicamente chiamato “QUELLI CHE ASPETTANO… CUMANA E CIRCUMFLEGREA”, si stanno moltiplicando le segnalazioni, le lamentale e le richieste di spiegazioni da parte dei pendolari, sempre più stressati dai pesanti disservizi. La situazione di stamattina resta ancora critica, con ritardi nelle partenze di circa 20 minuti ed una frequenza di passaggio quasi raddoppiata.

TRA LE PEGGIORI LINEE D’ITALIA – Anche quest’anno Legambiente, in una prima analisi della situazione sul trasporto regionale del 2017 (“Pendolaria 2018”), colloca le linee ferroviarie di EAV (Circumvesuviana, Cumana, Circumflegrea e Metro Nord) tra le peggiori d’Italia e precisamente al secondo posto dopo la Roma-Lido. Dal rapporto si legge: “Corse soppresse, caos nelle stazioni per i sovraffollamenti e guasti ai treni hanno purtroppo creato gravi disagi ai pendolari anche nel corso dell’ultimo anno. La speranza è che la tendenza si inverta presto grazie al bando di gara aggiudicato per 220 milioni di euro per nuovi treni sulle linee ex Circumvesuviane. La speranza è che anche la qualità e quantità del servizio possa crescere visto che si è passati da 520 corse giornaliere nel 2010 a 367 corse nel 2016, con un calo dell’offerta di treni del 30%, solo in minima parte recuperate.”