MONTE DI PROCIDA – Effettuato a Monte di Procida il monitoraggio per la rilevazione delle potenze e dell’intensità dei campi elettromagnetici. Il monitoraggio è stato realizzato dai tecnici dell’Università di Cassino nei punti maggiormente sensibili, ovvero scuole e uffici e dove in generale c’è una permanenza stabile superiore alle 4 ore, e in tutti i luoghi posti nei pressi delle antenne. Oltre al controllo dei tecnici universitari, il Comune si è dotato di due centraline fisse, installate nei pressi della scuola Vespucci e dell’ex serbatoio di Montegrillo, che permetteranno un monitoraggio autonomo continuo h24 e 365 giorni all’anno dell’area.

SALUTE E AMBIENTE – Il Comune di Monte di Procida conferma così l’attenzione alla tutela della sicurezza e della salute pubblica. Risulta, infatti, tra i primi Comuni dell’Area Metropolitana di Napoli ad aver adottato una simile soluzione per il monitoraggio elettromagnetico continuo. A cadenza mensile l’Università di Cassino raccoglierà i dati prodotti dalle centraline ed invierà i report dei dati aggregati che saranno pubblicati e visionabili da tutti i cittadini sul sito del Comune di Monte di Procida nell’area Amministrazione Trasparente nella sezione Ambiente. Verifiche di controllo bimestrali su tutto il territorio di Monte di Procida verranno effettuate sempre a cura dell’Università di Cassino. A fornire supporto l’Università di Cassino, il professore Domenico Capriglione, presidente del Tavolo Tecnico sulle Sorgenti Elettromagnetiche, e l’associazione Musa.