I giocatori applaudono la tifoseria a fine gara

POZZUOLI – Trattenuti nello stadio a fine gara i tifosi della Puteolana 1902 per motivi di ordine pubblico; evitare cioè contatti con uno sparuto gruppo di esaltati sostenitori ospiti del Pomigliano. Questi ultimi sono stati protagonisti di un pre-gara animato con un vile lancio di petardi e pietre contro la tifoseria granata; come dire celebrativi carnevaleschi “alternativi”, criminali e codardi che si allontanano dall’unica rappresentazione sportiva che ci piacerebbe raccontare: una partita di un campionato di calcio dilettantistico di Eccellenza. Più di 500 i tifosi Puteolani paganti accorsi quest’oggi alla “dimora del diavolo” ad inseguire un sogno promozione a sostenere una squadra, la Puteolana 1902, in un evidente momento di difficoltà. Di fronte per la ventiseiesima giornata di campionato c’era il Pomigliano, squadra che vive un grandissimo momento di forma e reduce da ben dieci vittorie consecutive che l’hanno condotta in piena zona play off.

gol del Pomigliano al 16′ st Grieco

IL VANTAGGIO OSPITE – Squadre in campo attente a limitarsi ad occupare al meglio gli spazi in campo. Gli uomini di Carannante protagonisti di un’ottima fase difensiva solida fisica e asfissiante soprattutto con il centrale difensivo Domenico Rega assoluto protagonista del match. Il Pomigliano ha concesso davvero poco ad una Puteolana apparsa oggi appannata e disorientata. Nella partita delle motivazioni l’ha spuntata indubbiamente un Pomigliano affamato e cattivo, per quanto sterili in fase offensiva e pericolosi in un’unica circostanza: quella del gol. Al 16′ della ripresa il numero nove pastore anticipa il capitano granata Follera e serve in profondità Grieco che trafigge con un preciso diagonale il portiere Di Mauro. 1-0 e partita che finisce così con una Puteolana timida, confusa diciamo irriconoscibile in una partita importante che allontana però i diavoli rossi dalla vetta portandoli a ben 5 lunghezze dalla capolista Afragolese.

il tecnico Giovanni Iodice

L’AMAREZZA – Il tecnico granata intervistato a fine gara si è così espresso: “Penso che i ragazzi oggi siano stati protagonisti di una buona gara, dobbiamo lavorare sugli errori e le disattenzioni commesse. Questa partita non era l’ultima spiaggia ci sono tantissimi punti da qui al termine della stagione da poter raccogliere, bisogna metabolizzare e comprendere questa sconfitta, capirne le motivazioni e pensare alla prossima gara”. Gli uomini di Iodice sono attesi tra sette giorni in un altro campo complicato: quello del Frattamaggiore, terza in classifica, vittoriosa quest’oggi a soli cinque punti dai granata.