FASANO (BR) – Fasano – Puteolana, sfida tra la “crosta di fondo”, squadre che bisogna dirlo: meritano ampiamente l’ultima posizione in classifica. Uno scontro salvezza dunque che potrebbe rilanciare entrambe; flegrei reduci dal ko esterno contro il Casarano, Biancazzurri sconfitti in casa dal Bitonto. Allo stadio “V. Curlo” in campo la diciottesima giornata del campionato di Serie D girone H.

IL MATCH. 3-1 è un risultato bugiardo per due squadre che in campo si sono equivalse. Partita combattuta, giocata per lo più a centrocampo. La differenza la fanno (oramai un marchio di fabbrica) le gravi disattenzioni della retroguardia granata che sembra mancare, in alcune fasi chiave del gioco, della giusta concentrazione. L’elemento di forza della scorsa Puteolana targata Ciaramella, sta divenendo una debolezza di questa squadra che indubbiamente potrebbe dimostrare ben altri numeri per quanto mancante di alcuni importanti innesti in alcune zone del campo. La partita potrecede per inerzia; la sblocca un rigore segnato da Dellino che infila alle spalle di un Romano che stava per arrivarci anche questa volta. Nella ripresa i granata si proiettano in fase offensiva ma subiscono il goal del raddoppio biancoazzurro ad opera di Melillo, autore di un goal pregevole. Finale concitato con la Puteolana che riesce ad accorciare le distanze con Celiento che su calcio di rigore spiazza Suma. Granata che sembrano credere nella possibile rimonta ma un disimpegno errato dalla difesa favorisce l’inserimento di Lopez che lanciato a rete, viene atterrato in area dal poriere Romano. Ancora Lopez si presenta dagli undici metri e chiude una partita “strana” per certi versi, ma che penalizza indubbiamente i granata confinandoli all’ultimo posto in classifica a 12 punti.