compagnoneMONTE DI PROCIDA – Una bella Puteolana 1909 blocca sullo 0 – 0, la terza della classe. Risultato bugiardo al Vezzuto Marasco di Monte di Procida per una partita che ha visto buone occasioni da una parte e dell’altra. Partita giocata meglio dai padroni di casa che specialmente nella parte centrale della gara hanno messo in grossa difficoltà gli avversari.

LA GARA – I granata di Pozzuoli devono fare i conti con le assenze prima dell’inizio della gara: allo squalificato Leonardi si aggiungono Di Costanzo che avuto un problema nella rifinitura e Pastore che ha accusato un malore nei minuti prima della gara ed è potuto andare solo in panchina. Pronti via l’approccio della gara dei puteolani è ottimo ma al 15′ il direttore di gara concede un rigore molto dubbio agli ospiti. Sul dischetto va Santoriello, ma Compagnone si supera e para. La Puteolana va un po’ nel panico e gli avversari prendono campo senza mai rendersi pericolosi. Si va al riposo sullo 0 – 0. La prima mezz’ora della ripresa è tutta ad appannaggio dei padroni di casa che chiudono nell’area di rigore i quotati avversari. Due le occasioni lampanti per i ragazzi di Iumiento una con Ventrone che ben imbeccato da Casolare tira contro la difesa avversaria. Pochi minuti dopo è Casale a calciare a lato di pochissimi centimetri con il portiere ospite battuto. La Puteolana reclama anche due volte un rigore, prima per un fallo di mano poi per un atterramento ai danni di Eguakun. Nel finale di gara l’Alfaterna prova a venire fuori ed ha una grande occasione ma Carandente è lesto a salvare sulla linea. Finisce 0 – 0 con la Puteolana che ai punti avrebbe meritato la vittoria.

LA GIOIA DI COMPAGNONE – «Dedico la parata sul calcio di rigore a mia moglie – esordisce il capitano granata – Il punto di oggi vale doppio non solo perchè arrivato contro una squadra di alta classifica, ma soprattutto perchè abbiamo fatto una grande prestazione di squadra, meritavamo i tre punti ma va bene così non meritiamo questa classifica e presto ne usciremo».