La Puteolana 1909
La Puteolana 1909

CASAGIOVE – Una Puteolana troppo arrendevole cede altre il 90′ ad un Casagiove che ha avuto il merito di credere nella vittoria per tutta la gara.  Merito ai padroni di casa che hanno saputo gettare il cuore oltre l’ostacolo ottenendo 3 punti vitali per il proseguo del torneo. I granata domani potrebbero ritrovarsi nuovament ad occupare l’ultima posizione in classifica.
PRIMO TEMPO – Rivitalizzati dalla vittoria di sabato scorso contro l’Isola di Procida, i puteolani di Mimì Gargiulo entrano in campo meglio e, dopo cento secondi, mettono paura a Merola con il tiro di contro balzo di Caccavale che non inquadra lo specchio della porta (1’). Undici minuti dopo arriva la replica locale con il tentativo di girata troppo affrettato di Santonataso, il quale avrebbe potuto controllare la sfera e dare concretezza al lancio di Fucci (12’). La paura di non perdere attanaglia le due compagini che non riescono a creare offensivi di rilievo. Solo con il passare dei minuti, l’Hermes cancella la paura e nella parte conclusiva della prima frazione va vicino al goal. Russo si rende protagonista prima di un tiro finito di poco alto sopra la traversa (31’), poi imbecca alla perfezione Fucci che incredibilmente liscia la palla da posizione invidiabile (38’). Un minuto dopo giocata intelligente di Mastroianni per Capobianco che viene anticipato sul più bello.

SECONDO TEMPO – Il goleador giallorosso Russo si danna per sbloccare il risultato e spesso s’intestardisce. Dopo varie occasioni, l’ex attaccante della Virtus Carano e del San Pio Mondragone s’incarica di una punizione proibitiva dai 30 metri: palla che scavalca la barriera ma non trae in inganno Cortese che devia in angolo con uno scatto felino (63’). Non bastavano le assenze per infortunio di Scarpato, Izzo e De Cesare e la squalifica di Laezza, Domenico Santonastaso deve fare a meno anche del rientrante Nuzzo (72’). Nonostante ciò, il pallino del gioco è sempre nelle mani dell’Hermes che cerca di trovare il bandolo della matassa. Gargiulo ordina invece ai suoi di abbassare il baricentro, convinto che ottenere un punto sia un risultato preziosissimo. La retroguardia granata sventa ogni pericolo, prima che nei minuti di recupero i giallorossi diano avvio all’arrembaggio finale. Al 90’ il tiro di Capobianco viene respinto da Cortese con l’aiuto del palo. Neanche il tempo di arrabbiarsi che due minuti dopo l’attaccante sammaritano si rifà con gli interessi. Lancio di un infaticabile Mastroianni verso la fascia sinistra, in direzione di Iannitti che con caparbietà ruba palla a Gritti. Il terzino mancino lavora una bella palla e serve al centro dell’area Capobianca che stoppa ed in girata manda il pallone nell’angolino, lì dove Cortese non può arrivare. Hermes in visibilio per un goal dall’importanza incredibile, che vale tantissimo per il morale. Ma non è finita. All’ultimo dei cinque minuti di recupero, l’arbitro non sanziona un fallo dubbio sull’uscita di Merola, la palla resta in area, e dopo un batti e ribatti, Della Monica a porta quasi sguarnita hai sui piedi l’occasionissima. Un brivido scorre sulla schiena del pubblico giallorosso che festeggia, quando vede che la palla termina clamorosamente oltre la traversa. Ultimo episodio di una partita che l’Hermes vince con il cuore.

 

TABELLINO 
HERMES CASAGIOVE: Merola, D’Alterio, Iannitti, Santonastaso (82’ Chiummariello), Mingione, Nuzzo (72’ Salzillo Pasquale), Russo, Mastroianni, Capobianco, Fucci (79’ Marino), Desiato. In panchina: Delli Paoli, Salzillo Francesco, Iuliano, Cutolo. Allenatore: Domenico Santonastaso

PUTEOLANA 1909: Cortese, Gritti, Della Monica, Amoroso, Visone, Punziano, Caccavale, Cavaliere (93’ Coppola), Colesanti (72’ Borrino), Mugione, Gracco (64’ Matrecano). In panchina: Varriale, Di Vicino, Capolupo, Valoroso. Allenatore: Domenico Gargiulo
RETE: 92’ Capobianco (H)
ARBITRO: Pasquale Mollo di Castellammare di Stabia (assistenti: Antonio Piedipalumbo di Torre Annunziata e Paolo Borrelli di Ercolano)
NOTE: Ammoniti: Mastroianni, Chiummariello, Russo (H); Gritti, Amoroso (P). Angoli: 3-1. Fuorigioco: 9-3. Recupero: 0 nel primo tempo; 6 nel secondo tempo. Spettatori: 220