Ginestra dopo uno dei tre gol dell'andata

di Antonio Carnevale

POZZUOLI– Dopo l’esaltante vittoria nel derby contro il Monte di Procida, il Rione Terra vuole riprendere a marciare per allontanarsi ulteriormente dalla zona playout. La squadra dell’antica rocca, domani alle ore 15, sarà di scena sul campo del fanalino di coda Real Nocera, fermo a soli 7 punti. Per gli azzurri di Perna, che attraversano un buon periodo dal punto di vista del gioco e dei risultati, conciso con l’inizio del nuovo anno, si prospetta la classica gara abbordabile ma, al tempo stesso, da non sottovalutare Ginestra e compagni  che faranno bene a non dare uno sguardo alla classifica e a dimenticarsi del precedente dell’andata (era la VI giornata e l’approdo di Perna fu battezzato proprio con un netto 6-0 ai nocerini, complice la tripletta del capitano).

 

DA PRENDERE CON LE MOLLE – Il Rione Terra inoltre troverà un avversario “avvelenato”; il Nocera infatti è reduce dall’ umiliante 7-1 contro il Pro Pagani, e senza alcun dubbio  proverà quantomeno a riscattarsi con una prova tutta cuore, Napoli-Sassuolo docet. Tuttavia non mancheranno le motivazioni ai flegrei, desiderosi di agguantare posizioni più tranquille di media classifica, ora più che mai a portata di mano. In vista del match di domani mister Perna dovrà fare a meno di svariate pedine di centrocampo quali Calabrese, influenzato, Tafuto, ancora problemi alla schiena per lui e Volpe, appiedato un turno dal giudice sportivo. Per quanto riguarda l’attacco invece ci sarà l’imbarazzo della scelta per via del ritorno di Riccio. Tutto pare pronto in casa Rione Terra, si attende solo il fischio dell’arbitro per il calcio d’inizio.