Mariano D'Abronzo
Mariano D’Abronzo

MONTE DI PROCIDA – Al Vezzuto Marasco di Monte di Procida è andata in scena la 5 giornata del campionato di Eccellenza che ha visto la Sibilla contro il Gladiator. La Sibilla Soccer perde negli ultimi minuti di gioco, dopo un buon primo tempo e nonostante l’iniziale vantaggio.

LA GARA – Prima dell’inizio della partita viene osservato un minuto di silenzio per ricordare Valentina Schiano, la giovane morta martedì in un tragico incidente stradale a Monte di Procida. Il primo tempo si apre con la Sibilla in avanti, e al 12′ minuto la squadra di casa diventa pericolosa con un bel uno due tra D’Abronzo e Solano, che non conclude in rete con il colpo di testa. Ma al 22′ che arriva l’occasione per gli azzurri di andare in vantaggio: fallo in area su Palumbo e rigore concesso dall’arbitro, la realizzazione viene lasciata a Lepre che si scontra però con la parata del portiere. La risposta del Gladiator avviene al 27′ con una punizione a 25 metri, tirata dall’ex Sibilla Diana, che si infrange sulla barriera.

SECONDO TEMPO – La Sibilla chiude il primo tempo in avanti, ma nonostante ciò, la prima frazione di gioco si chiude sullo 0 a 0. Il secondo tempo si apre con la Sibilla che cerca il goal del vantaggio, e una bella occasione arriva già al 6′ minuto dall’uno due tra Lepre e Palumbo che non realizza. Al 19′ della ripresa il Gladiator diventa pericoloso con Bonavolontà che si scontra con una salda parata da parte dell’Under Sawa. Al 25′ i sammaritani ancora in avanti con De Falco, che da solo di fronte a al portiere Sawa controlla male il pallone e lo tocca con una mano. Ma al 28′ ecco arrivare il goal del vantaggio della Sibilla realizzato da D’Abronzo con grossa complicità di Alcolino. Ma al 30′ arriva l’esplulsione per lo stesso D’Abronzo, che lascia la Sibilla in 10 uomini. A questo punto il Gladiator cerca di raggiungere il pareggio ma la punizione concessa a 25 metri dalla porta di Sawa, si infrange sulla barriera. La partita è ancora ricca di sorprese: al 33′ De Falco del Gladiator viene esplulso per doppia ammonizione, e le squadre tornano in parità di uomini. Al 38′ l’arbitro Guida, estrae un suo cartellino rosso al Mister Di Michele che deve lasciare il campo. Ma negli ultimi minuti della partita cambia lo scenario: al 41′ la Squadra ospite trova il goal del pareggio con Bonavolontà e al 49′ arriva il goal della vittoria siglato dal capitano Maschio.

 

L’AMAREZZA DI DI MICHELE – A fine partita il Mister Di Michele «Fino all’87’, prima del goal del pareggio del Gladiator, avevamo la partita in pugno. Poi l’autorete subita, a noi ci ha demoralizzato e, come avviene nel calcio, a loro li ha galvanizzati. La partita poteva terminare in parità, il goal al 95′ è stato un peccato perché abbiamo sprecato una gara che fino all’87’ è stata davvero perfetta, e non meritavamo assolutamente la sconfitta. E’ stata comunque una bella partita giocata alla grande da entrambe le squadre, anche il Gladiator ha disputato una buona gara. Anche se meritavamo di vincere noi, o al massimo che terminasse con un pareggio».

TABELLINO

Sibilla Soccer: Sawa, D’Abronzo, Lenci(20’secondo tempo Florio), Farina(34’secondo tempo Capolupo), Masturzo, Punziano, Lepre, Avolio, Solano(17′ secondo tempo Riccio), Cicatiello, Palumbo

A Disposizione: Guardascione, Pugliese, Sansò, Del Gaudio,

Allenatore: Ivan Di Michele

Gladiator: Accolino, Capitelli, Ricciardi, Celestino (33′ secondo tempo Carnevale), Dorano, Parentato, Diana(9′ del secondo tempo Bonavolontà), Maschio, Malafronte, De Falco, Di Pietro

A Disposizione: Metodo, Cocozza, Sestile, Parziale, Magno

Allenatore: Mazziotti

Ammutini: Lepre ( 7′ del secondo tempo), Bonavolontà( 21′ secondo tempo), Masturzo ( 45′ secondo tempo)

Espulsi: D’Abronzo ( 30′ secondo tempo), De Falco (33′ secondo tempo), Di Michele ( 38′ secondo tempo)

Recupero: 2 minuti al primo tempo, 5 minuti per il secondo tempo

Spettatori: 150 circa.