MUGNANO – Quale teatro migliore del Comunale “Alberto Vallefuoco” di Mugnano per ospitare lo scontro tra i “leoni” biancoverdi dell’Afro Napoli United e i “diavoli rossi” della Puteolana 1902 valido per l’andata degli ottavi di finale della Coppa Italia di Eccellenza. Afro Napoli seconda forza del campionato con dieci punti e ancora imbattuta, Puteolana che in campionato vince e convince al terzo posto con nove. Avvio lento delle due formazioni che sembrano studiarsi senza colpo ferire; diavoli rossi messi bene in campo a far valere l’alto tasso tecnico e il fraseggio tra le linee con i due esterni La Pietra e Guillari a sostegno dell’unica punta Palumbo.

LE OCCASIONI – I biancoverdi replicano con un gioco fisico e aggressivo pressante sui portatori di palla ospiti che premia al 32′ minuto con una palla persa da Rinaldi in uscita, recupera Sogno che ci prova da fuori; nulla di fatto per il numero 9 dell’Afro Napoli. Pochi minuti dopo occasione per la Puteolana: Fabio La Pietra è solo davanti al portiere ma un po’ defilato, lo dribbla ma si porta il pallone dietro la linea di fondo. Al 38’ ancora la Puteolana ad essere pericolosa: corner di Rinaldi, stacco di Guillari in area, la difesa bianco verde respinge sulla linea come può ma sui piedi di Palumbo che calcia ma trova pronta la reazione di un ottimo Santangelo. Puteolana padrona del campo che giostra bene i movimenti soprattutto sull’asse sinistro dove Marseglia e La Pietra sembrano avere la giusta intesa per spezzare gli equilibri e il pressing avversario.

DISCORSO RINVIATO – Flegrei molto reattivi ma inconcludenti sotto porta, mancano della giusta cattiveria negli ultimi dieci metri di gioco. Si apre così un secondo tempo povero di emozioni dove il copione è il medesimo. I granata che fanno gioco provando a vincere la partita, Afro Napoli che si limita a contenere senza essere mai pericolosa dalle parti di Ferrara. Padroni di casa nervosi che non danno concretezza al gioco e infrangono contro il muro difensivo amaranto. Sul finale di gara l’Afro Napoli resta in dieci uomini: espulso De Giorgi per un fallo di reazione su Guillari ravvisato dal guardalinee e segnalato tempestivamente al direttore di gara. Girandola di sostituzioni, ma la partita non offre più nessuno spunto da segnalare. La Puteolana recrimina su due rigori non concessi però dall’arbitro. Finisce 0-0 una partita dove ambo le squadre hanno concesso e rischiato poco. Puteolana che domina ma non riesce a condurre il match a proprio favore. Discorso qualificazione rimandato al 16 Ottobre al “Conte”; partita in cui la Puteolana dovrà cercare di riproporre lo stesso volume di gioco, la stessa intensità cercando però maggiore cinismo sotto porta.