La premiazione
La premiazione

POZZUOLI – Una buona cornice di pubblico gremisce il campo Sant’Artema di Monteruscello che anche quest’anno ospita la finale della Coppa Amicizia, l’ormai storica competizione organizzata dal comitato UISP Zona Flegrea che ha visto impegnate 27 squadre. Nonostante il calco asfissiante in tanti non vogliono perdersi la sfida e non restano delusi. A spuntarla, dopo una gara molto combattuta, è la JDS Virus che la meglio per 4 a 2 sulla brillante matricola Chiazzanova Calcio.

 

LA GARA – A passare il vantaggio è proprio la JDS che capitalizza con Giunta sugli sviluppi di un calcio d’angolo. Si, però, all’intervallo in parità grazie alla rete di Palumbo. In avvio di ripresa nuovo vantaggio JDS con Di Letto che ribadisce in rete una palla non trattenuta dal portiere. Poi il subentrante Marano trova la rete del 3 a 1 che sembra incanalare la partita. A riaprire i giochi è Sepe che realizza dalla lunghissima distanza, ma durante il forcing finale del Chiazzanova arriva, però, la rete di D’Alterio che fa partire la festa della JDS Virus. 

LA GIOIA DEL MISTER – In un clima di grande sportività l’evento si conclude con le premiazioni della terna arbitrale e delle due squadre, con la JDS Virus che torna ad alzare un trofeo dopo 3 anni. Un felicissimo mister Russo a fine partita commenta con grande entusiasmo: «Siamo tornati a vincere e l’abbiamo fatto con la nostra forza più grande, quella di gruppo. Dopo essere usciti in malo modo dal campionato, avevamo voglia di chiudere questa stagione con una vittoria e ci siamo riusciti contro una squadra molto attrezzata». Accetta, invece, la sconfitta il presidente del Chiazzanova Visone che si concentra sugli impegni di campionato: «Al nostro primo anno abbiamo ottenuto dei risultati incredibili e sono molto contento per quanto abbiamo fatto in questa stagione».

GIUSEPPE MARCIANO – Soddisfatto anche il presidente della Lega Calcio Uisp Zona Flegrea Giuseppe Marciano che ricorda l’origine e il senso della manifestazione: «La Coppa Amicizia è la prima manifestazione realizzata dalla Uisp Zona Flegrea. La prima edizione di quella che oggi è la più antica manifestazione calcistica del panorama flegreo, risale al 1969. Ciò che ci mosse allora e continua a guidare le nostre attività anche oggi è la determinazione nel consentire a chiunque, indipendentemente dalle qualità tecniche o dalle possibilità economiche, di praticare l’attività sportiva. Le competizioni, allora come oggi, sono sempre un modo per rinsaldare la coesione di gruppo, tessere amicizie e consentire alle famiglie dei giocatori di riunirsi e stare insieme. E’ sempre stato questo lo spirito Uisp».Intento prosegue l’attività della Lega Calcio Uisp con il Campionato Amatori che giunge al termine dopo 10 mesi di gare. In questa settimana saranno di scena le semifinali e domenica 12 luglio è in programma la finale, sempre al campo Sant’Artema alle ore 18. Quattro, quindi, le squadre che ambiscono al tiolo: Monteruscello Calcio, Capo Horn Arco Felice, Quarto Punto Zero e il Chiazzanova Calcio che può quindi prontamente riscattarsi.