La gioia del Real Pozzuoli
La gioia del Real Pozzuoli

POZZUOLI – Salite sulla giostra, o meglio sull’ottovolante, offre il Real Pozzuoli.I gialloblu ottengono la propria rivincita in campionato in una sfida vinta con gran merito. 1 a 1 palla al centro, in attesa di sfidarsi per la terza volta, quella della “resa dei conti”, magari nei playoff. Bisognava infatti riscattare il precedente che pendeva a favore dell’Ischia quando nella trasferta isolana i leoni persero, nei minuti finali, per 2 a 1. Nella gara disputatasi al complesso “Joga Bonito” i gialloblu erano dunque carichi come non mai, considerata la motivazione precedente. Inoltre, a motivare ulteriormente i gialloblu, il fatto che una vittoria avrebbe potuto alimentare le speranze per un piazzamento al secondo posto, importantissimo in ottica play-off. Il Real ci ha insegnato, lungo il suo cammino, che quando è chiamato alla vittoria questo non sbaglia. E’ così è stato anche in questo sabato pomeriggio dal clima primaverile sul prato di gioco e, sugli spalti, dal clima gioioso e festoso, con circa un centinaio di supporters che hanno supportato la squadra con grande calore ed estrema sportività, assistendo ad uno spettacolo piacevole quanto la fresca brezza in estate. Ma vediamo dunque come si è giunti a questa vittoria.

LA GARA- Pronti, via e sono i padroni di casa a provare ad imporre il proprio gioco. Merito anche a D’Alicandroche, dopo la pesante sconfitta in casa con il Soccer Show, ha adottato un sistema di gioco capace di sfruttare al meglio le qualità di ogni singolo, i quali si muovono tra di loro con sincronismo perfetto, proprio come i membri di un’orchestra che insieme regalano una meravigliosa melodia. I padroni di casa ci mettono 180 secondi a passare in vantaggio con Piperno che sarà incontenibile per gli avversari per i restanti minuti di gara. La rete arriva da calcio di punizione, la sfera trova l’angolo giusto e termina in rete. Esplode la gioia dei presenti. Ma da lì a poco, giusto il tempo di bere un bicchiere d’acqua per risollevare le corde vocali, ecco che riesplode l’urlo: gooool!!! Questa volta è Emanuele Daniele, al termine di una bellissima azione corale, ad insaccare. La maturità del Real Pozzuoli e la crescita di questa squadra è dimostrata dal fatto che da lì in poi i gialloblu sono capaci di amministrare il vantaggio, senza rischiare, una qualità importante per chi vuole arrivare lontano in questo sport. L’Ischia prova la reazione, timida, e sono ancora i padroni di casa ad andare in rete. Il cronometro segna il 22esimo quando Piperno porta i suoi sul 3 a 0. La prima frazione di gara sembrerebbe concludersi con questo risultato, ma il solito Acatrinei non ci sta ed al minuto 28 accorcia le distanze, riaprendo la gara, illudendo gli ospiti. Illudendo, appunto, perchè la gara non verrà mai riaperta. Nella ripresa, infatti, sono ancora i leoni ad attaccare per provare a dare il colpo del definitivo k.o. agli isolani. Al minuto 9′ è Emanuele Daniele a trovare la doppietta personale. 4 a 1. Al 15′ è invece Piperno, che trova la tripletta e spedisce appunto k.o. gli avversari. 5 a 1. Gli ultimi 15 minuti sembrano senza storia, il Real tiene bene il campo, l’Ischia ci prova con orgoglio e la forza della disperazione. Il tempo scorre ed il risultato resta invariato fino al 27′ quando anche Ursomanno decide di partecipare al festival del gol. 6 a 1. L’Ischia si gioca la carta del portiere di movimento, ma l’ottima organizzazione difensiva del Real resiste, il muro gialloblu non crolla e non sbaglia nulla e, come prevedibile, gli uomini di casa ne approfittano. Al minuto 29 è Emanuele Daniele, con la tripletta personale, a realizzare un favoloso gol da dietro al centrocampo, portando il risultato sul 7 a 1. Al 30esimo poi decide di chiudere le danze colui il quale le aveva aperte, stiamo parlando di Piperno. Il numero 10 dei gialloblu pennella anch’egli una traiettoria sublime dalla distanza e la sfera va a rotolare alle spalle del portiere (di movimento) ischitano per l’ottava ed ultima volta in questo pomeriggio. Triplice fischio, la tensione si può trasformare in gioia, la preoccupazione in giubilo. Canta e gode il Real Pozzuoli insieme al suo pubblico. I ragazzi gialloblu hanno dato una dimostrazione di forza straordinaria, superando l’ostacolo Ischia con un risultato così ampio. La vittoria del lavoro, del sacrificio, della passione, della meticolosità, a prova che quello che semini quello raccogli. Un trionfo, senza troppi giri di parole. Archiviata la felicità per questa gara adesso bisognerà restare con i piedi ben ancorati a terra, domenica arriva il Fuorigrotta, primo in classifica, e servirà ancora una volta un grande Real Pozzuoli, ma soprattutto servirà il sostegno di tutto il prezioso pubblico, per essere la prova tangibile che Davide può vincere contro Golia.
LE DICHIARAZIONI DEL PRESIDENTE PASTORE- Al termine della sfida abbiamo ascoltato il presidente della squadra gialloblu. Queste le sue dichiarazioni: «Quella di oggi è stata una vittoria importante contro una squadra che ha tutte le carte in regola per vincere il campionato. I ragazzi in settimana si sono allenati con tanta determinazione ed oggi hanno seguito alla lettera le parole di Mister D’Alicandro che ha preparato questa gara nel migliore dei modi. Sono fortunato ad avere intorno a me tanti ragazzi che stanno vivendo questa avventura con impegno e amore, dirigenza guida tecnica e tutta la squadra. Sono rimasto davvero sorpreso nel vedere i tanti simpatizzanti accorsi oggi ad assistere alla gara, costoro sono stati davvero un valore aggiunto e volevo ringraziarli pubblicamente. Spero che un giorno il futsal venga seguito a Pozzuoli come accade ormai in quasi tutti i comuni della provincia di Napoli. Questa vittoria la dedico con tutto il cuore a mio Nonno Gennaro che ci ha lasciato il mese scorso. Noi ce la mettiamo tutta per fare qualcosa di bello per i tanti giovani che fanno dello sport un vero e proprio stile di vita.Cercheremo ,nel nostro piccolo,di onorare al massimo il nome di questa città…Viva Pozzuoli, forza Real Pozzuoli».
Valerio Vitale – UFFICIO STAMPA REAL POZZUOLI