20160822_134829POZZUOLI – Parte oggi l’avventura della Virtus Pozzuoli, che si raduna in vista del prossimo campionato. Agli ordini di coach Mauro Scotto ci sarà tutti il gruppo senior ad eccezione di David Loncarevic e Nick Harney che si aggregheranno tra mercoledi e giovedi. Già arrivato invece il play Barry Stevens che è in città da sabato. Confermata l’ossatura italiana delle scorse stagioni l’unico a salutare il gruppo (per scelta tecnica della società) è stato il capitano dell’ultima stagione Pierluigi Aprea. I galloni di capitano quest’anno saranno presi da Renato Orsini puteolano doc alla sua quinta stagione in gialloblu, proveniente da un campionato straordinario da vero e proprio trascinatore in campo e nello spogliatoio.

PAROLA DI COACH – Dopo due finali perse in tre anni coach Serpico sa che questa stagione sarà complicata soprattutto da un punto di vista di approccio mentale: «La finale dello scorso anno brucia a tutti, ci ha lasciato ferite aperte che non devono condizionarci. Dobbiamo trasformare la delusione in rabbia per un campionato che tecnicamente sarà ad alto livello. La scelta del play americano e di un lungo diverso da quello che era Lewis inevitabilmente cambierà il nostro modo di giocare, proprio per questo ho scelto una preparazione più lunga dove disputeremo ben 7 amichevoli utili a rodare il nostro nuovo gioco. Barry Stevens è un play americano classico che deve garantirmi molti minuti e speriamo tanti punti. Nick Harney invece è un lungo diverso da Lewis, è un giocatore più verticale che attacca più il ferro cercando meno la conclusione i allontanamento anche se da ala ha un  buon tiro dall’arco. Abbiamo un cambio in meno alle guardie? Punto molto sui nostri giovani quest’anno si aggregheranno con noi i ragazzi montenegrini che potranno fare molto bene».