BACOLI –  Anche a Bacoli, per il momento, i banchi di scuola resteranno vuoti. Lo ha deciso il sindaco Josi Gerardo Della Ragione che ha firmato un’ordinanza di sospensione dell’attività didattica in presenza fino a quando non calerà la curva dei contagi. Nelle prossime giornate sarà consentita soltanto la didattica a distanza. «Sono certo che in Campania ci siano comuni in cui sia già possibile riaprire le scuole agli alunni, ma in provincia di Napoli, nell’area flegrea, così come nella nostra città, non esistono ancora le condizioni – dichiara il primo cittadino – . Purtroppo il rischio di vanificare gli sforzi di queste settimane è troppo alto. Continuerò ad assumere ogni decisione utile per salvaguardare la salute della popolazione». Con il provvedimento, firmato ieri, il sindaco ordina la sospensione delle attività didattiche in presenza delle scuole di ogni ordine e grado del Comune di Bacoli, fino al 3 dicembre 2020, per emergenza epidemiologica, al fine di fronteggiare la diffusione del contagio e provvedere ad un’ulteriore sanificazione, in attesa dei risultati relativi ai tamponi realizzati dall’Asl Napoli 2 Nord.

L’ORDINANZA DELLA REGIONE – A partire da domani, mercoledì 25 novembre, è intanto consentito il ritorno a scuola in presenza per i servizi educativi e la scuola dell’infanzia, nonché per la prima classe delle scuole primarie in Campania. Nell’ordinanza dell’Unità di Crisi Regionale si legge che “è consentito ai sindaci di disporre la non apertura delle scuole in presenza in relazione alle verifiche epidemiologiche nel proprio Comune”. Inoltre è demandata ai dirigenti scolastici la verifica delle condizioni relative al personale in servizio per l’esercizio in sicurezza della didattica in presenza. Continua lo screening su base volontaria per il resto della popolazione scolastica.