BACOLI – Chiedono che vengano banditi i fuochi d’artificio dopo la mezzanotte. A farsi portavoce dell’istanza sono i cittadini del Fusaro che questa mattina sono tornati a segnalare il mancato rispetto della quiete pubblica. Ancora una volta decine di famiglie vengono tirate giù dal letto, appena sopite. Una battaglia che si gioca da tempo sull’intero territorio comunale di Bacoli ma che al momento non trova né vincitori, né vinti. Ad avere la peggio sono sempre i bambini, gli anziani e gli animali. Colori, luci e boati per celebrare matrimoni, comunioni, compleanni ed altre feste private. Da mesi gli spettacoli pirotecnici provocano il brutto risveglio di molti cittadini, stanchi di questa abitudine divenuta quotidiana soprattutto durante la stagione estiva. I mugugni corrono sui social network, sempre più megafono per esternare il malcontento, ma anche tra le vie cittadine dove in molti contestano questa usanza.

LA POLEMICA – I decibel selvaggi prevalgono, infatti, sulle ferree regole stabilite dalla squadra di governo di Bacoli che ha imposto dei limiti alla musica nei locali notturni e all’esplosione dei petardi. Una lotta ancora tutta da “combattere” e perennemente sul tavolo di lavoro dell’ente comunale per le continue denunce e segnalazioni dei residenti, sia del centro che delle frazioni. Una questione davvero difficile da risolvere e che l’ultima polemica, partita oggi dal Fusaro, fa tornare alla ribalta.