ripascimento cancellatoBACOLI-MONTE DI PROCIDA –Raffiche di vento e un fiume d’acqua dal cielo: pesante il bilancio dei danni provocati dal maltempo nei due comuni limitrofi di Bacoli e Monte di Procida. Ad avere la peggio, nel più piccolo dei centri flegrei, il porticciolo di Acquamorta. Le forti mareggiate hanno vomitato sul lungomare rifiuti di ogni genere, danneggiato diversi natanti e cancellato definitivamente l’intervento di ripascimento della spiaggia antistante il Largo VII Luglio costato alle casse comunali ben oltre i 30mila euro.

acquamorta 1CARTELLI DIVELTI – Un nubifragio che non ha risparmiato neppure i cartelli stradali, alcuni inclinati ed altri completamente divelti. Persino le strutture in acciaio appena installate sulla banchina del punto di sbarco del pescato sono state letteralmente sradicate e scaraventate ai piedi del molo “grande” della Marina.

intervento via PanoramicaINTERVENTI IN VIA PANORAMICA –Nel pomeriggio di ieri si è reso inoltre necessario un intervento straordinario di messa in sicurezza di uno dei pini marittimi che costeggiano via Panoramica, l’arteria che più di tutte in questi giorni sta destando preoccupazione. Questo perché la corsa di automobilisti e centauri viene fortemente minata sia dal tappeto di scivolosissimi aghi di pino e fanghiglia che si formano sulla strada, sia per la caduta di pigne, non infrequente in questo periodo.

via TorregavetaSTRADE GRUVIERA – Stesse problematiche per il limitrofo Comune di Bacoli dove però i danni maggiori si sono registrati sulla sede stradale. Ridotta a gruviera è soprattutto via Torregaveta, oramai avvezza a interventi “tappabuchi” che puntualmente lasciano il tempo che trovano. Resta ben poco invece del percorso ciclopedonale che attornia il Lago Miseno. Un circuito allagato, staccionata quasi del tutto divelta ed uno specchio acqueo in cui vi è confluito di tutto: pattume, plastica, ingombranti, relitti di barche e quant’altro. Rovesci e disagi che però, per fortuna, non hanno visto alcun ferito.