Chiara 4BACOLI – 100 secondi per raccontare la drammatica storia di un uomo vittima della Mafia, Peppino Impastato. 100 secondi per guadagnare 4 sì dai giudici di Italia’s Got Talent, il talent show di Casa Sky giunto quest’anno alla sua settima edizione. E’ quanto è riuscita ad ottenere la giovane bacolese Chiara Perreca nella serata di ieri, mercoledì 6 aprile, innanzi a migliaia di telespettatori.

Chiara 3CHIARA CONTRO LA MAFIA – La sedicenne ha portato in scena con straordinaria intensità e spirito critico il monologo di Claudio Gioè ne “I cento passi”, il film di Marco Tullio Giordana sull’omicidio di Peppino Impastato. Lo ha fatto accantonando la spensieratezza e la leggerezza adolescenziali e cimentandosi nella cronaca di una mattanza, quella condotta con spietatezza e brutalità dal sistema mafioso che a tutt’oggi continua a tessere la sua fitta ragnatela di relazioni criminali. Una performance che ha commosso l’intero pubblico presente negli studi, alzatosi in piedi per applaudire la giovane bacolese e ricordare la figura di Peppino Impastato, il giornalista e attivista ucciso a soli 30 anni dalla mafia siciliana il 9 maggio 1978, a Cinisi per ordine del boss mafioso Gaetano Badalamenti.

Frank Matano4 SI’ DAI GIUDICI – Visibilmente emozionata anche e soprattutto la giuria del talent di Tv8 composta da Luciana Littizzetto, Nina Zilli, Claudio Bisio e Frank Matano. Ed è stato proprio il comico napoletano a spendere più di qualche parola su Chiara. Secondo Frank Matano, infatti, Chiara con il suo monologo sarebbe riuscita ad ispirare ed incuriosire i propri coetanei, ad inculcare loro la voglia di informarsi, conoscere e combattere il cancro del Sud Italia. Un orgoglio bacolese che ha lasciato di stucco quanti ieri hanno assistito all’esibizione di una talentuosa giovane compaesana che merita d’essere un esempio per grandi e piccini: mai più silenzio sulla Mafia.