BACOLI«L’ente non è in grado di garantire la copertura delle spese». Parole per nulla rassicuranti quelle che si leggono nell’atto con il quale il commissario nominato ad acta per l’approvazione del bilancio di previsione ha chiesto dieci giorni di proroga alla Prefettura.

DIECI GIORNI DI TEMPO – Una proroga, poi ottenuta lo scorso 5 giugno, necessaria per riuscire a sbrogliare la matassa che da tempo avvolge le casse del Comune flegreo.  «Il mancato equilibrio economico-finanziario – si legge ancora – compromette lo svolgimento delle funzioni e dei servizi indispensabili dell’ente e determina i presupposti dello stato di dissesto finanziario». Dunque, un mese non è bastato per l’approvazione del documento più importante di un Comune. Ed ora l’ente di via Lungolago corre un serio rischio di default.