QUARTO – Non solo si sono disfatti di rifiuti in maniera abusiva, ma lo hanno fatto creando anche un serio pericolo per gli automobilisti. L’ennesimo sversamento fuori legge è stato scoperto in via Casalanno, periferica ma importante arteria già teatro, in passato, di altri ritrovamenti simili. Questa volti i “soliti ignoti” hanno gettato direttamente al centro della carreggiata resti di mobilia ed altri rifiuti domestici, senza neppure preoccuparsi di accatastarli lungo il ciglio della strada.

RAID NOTTURNO – Un’azione avvenuta in piena notte, proprio mentre il tratto di strada è totalmente al buio. E buia resterà anche questa notte via Casalanno, con i rifiuti che sono stati spostati lateralmente grazie all’intervento della polizia locale ed in attesa della loro rimozione. Dunque, continua senza arrestarsi il malcostume di disfarsi di rifiuti direttamente in strada, nonostante denunce e segnalazioni all’autorità giudiziaria da parte dei caschi bianchi.

LE INDAGINI – Intanto, continuano le indagini per identificare i responsabili di quanto ritrovato in un capannone di via Montale, dove accatastati c’erano pneumatici, vecchi elettrodomestici, televisori, giocattoli per bambini, biciclette e soprattutto una enorme quantità di medicinali destinati – stando a quanto riportato sugli scatoloni che li contenevano – al Burkina Faso. La scoperta è avvenuta durante un’operazione congiunta di Esercito, Guardia di Finanza, carabinieri, polizia locale, Forestale e polizia metropolitana.