Foto dal web

QUARTO – Favorire l’avvicinamento dei cittadini a scelte di mobilità consapevoli anche in funzione del miglioramento della qualità ambientale e della salute collettiva e incentivare i trasferimenti casa-lavoro con modalità eco-compatibili. Questa la mission del programma sperimentale “Bike To Work” della Regione Campania. Il Comune di Quarto risponde “presente” e aderisce all’iniziativa. Da Palazzo Santa Lucia è arrivato, infatti, un contributo di 9.519,02 euro per la cittadina flegrea. Al progetto possono aderire i cittadini maggiorenni residenti a Quarto e con sede di lavoro nel territorio della Regione Campania. La manifestazione d’interesse è rivolta esclusivamente a persone fisiche che effettuano gli spostamenti casa-lavoro in bicicletta, anche se a propulsione elettrica, purché in regola con il Codice della Strada.

COME FUNZIONA – L’incentivo relativo allo spostamento casa-lavoro sarà erogato direttamente al lavoratore nella misura di 20 centesimi di euro per ciascun chilometro. Il contributo massimo per chi si muove “in sella” è di 50 euro mensili e viene concesso solo se l’utilizzo della bici per lo spostamento casa-lavoro sia di almeno 10 giorni al mese. Tali incentivi verranno dati fino ad esaurimento delle risorse economiche pari a 9.519,02 euro, ossia al contributo assegnato dalla Regione Campania al Comune di Quarto. Nel palazzo di via De Nicola verranno poi effettuati dei controlli per verificare che il cittadino aderente si sia effettivamente recato al lavoro nelle giornate indicate dal report settimanale e che gli orari dello spostamento siano compatibili con quelli di lavoro.