di Angelo Greco

Luigi Cuomo alla presentazione del Quarto calcio
Luigi Cuomo alla presentazione del Quarto calcio

QUARTO – La SSD Quarto non ha consegnato gli incartamenti per l’iscrizione al prossimo campionato di promozione. La squadra sequestrata alla camorra e data tre anni fa in gestione all’antiracket deve dire addio al calcio. Dopo 24 anni di attività consecutiva termina così l’avventura del Quarto. Debiti, un amore con la città mai nato e i rapporti incrinati con l’altra squadra cittadina e la nuova amministrazione comunale hanno indotto il duo Catalano – Cuomo a gettare la spugna.

 

LA DEBACLE – Dopo un primo anno esaltante sia mediaticamente che sportivamente, interesse di stampa e opinione pubblica nazionale, con la promozione in Eccellenza, il progetto “per la legalità” è tramontato pian piano: i problemi economici già evidenziati nella passata stagione si sono acuiti quest’anno fino al triste epilogo di queste ore. L’unica speranza ora è quella di disputare un torneo provinciale, per il quale è ancora possibile l’iscrizione fino al 17 settembre.

 

CIRO AMOROSETTI – Rammaricato colui che è stato il simbolo sportivo di questa esperienza Ciro Amorosetti: «Da quartese sono rammaricato è un peccato che questa sconfitta arrivi con questo tipo di “amministrazione”. Se è accaduto ciò la colpa è certamente di tutti ma è normale che chi aveva la gestione ha molte più colpe. É un peccato perdere il calcio in città in questa maniera».