Enzo Lucci mentre intervista lo stilista Molaro
Enzo Lucci mentre intervista lo stilista Molaro

di Angelo Greco
BACOLI –
Brutto episodio questa mattina al Comune di Bacoli dove il giornalista Enzo Lucci sarebbe stato cacciato dagli uffici di via Lungolago. La notizia è stata data dal diretto interessato attraverso la propria pagina Facebook.”Sono stato invitato dal Comandante dei vigili urbani, senza alcuna motivazione, ad uscire dall’ufficio perché non autorizzato – ha scritto Lucci – dell’episodio ho informato anche i carabinieri che mi hanno ribadito che nessuno ha il diritto di cacciare le persone dal Comune, soprattutto quando c’è apertura al pubblico”. Lucci ha sottolineato che l’ingresso era avvenuto col nulla osta dell’ufficio pass. Dal canto suo la comandante sempre attraverso il social network in un post ha specificato che i “cittadini possono accedere preventivamente accreditati all’ufficio passi”.

 

L’AMAREZZA DI LUCCI – Il giornalista bacolese ha espresso anche la sua amarezza per la presenza del sindaco e di alcuni neo consiglieri che al momento della richiesta del comandante di lasciare la casa comunale, pur essendo vicini, non sono intervenuti. Lucci a tal rirguardo racconta sempre nel suo post di facebook: ” …Tutto questo mentre il Sindaco Josi Gerardo Della Ragione e gli altri due componenti della maggioranza Marco di Meo e Domenico Mazzella, con i quali , peraltro, avevo appena scambiato due parole in amicizia e rispetto, erano a pochi metri senza intervenire…”. Un avvenimento disdicevole quello accaduto in terra bacolese che si spera non si ripeta più, magari palesando in maniera chiara le modalità di accesso alla casa comunale, soprattutto per i giornalisti che anche attraverso i colloqui privati con sindaco, assessori, consiglieri e dirigenti comunale costruiscono le proprie notizie.