CAMPI FLEGREI – È pieno caos nella Sepsa, tra scioperi dei servizi, problemi economici e problemi tecnici, la più importante ferrovia che collega tutti i Campi Flegrei con Napoli è sempre più un disastro. È notizia della scorsa notte di un treno della Cumana deragliato in una corsa di prova tra Gerolomini e Dazio. A ciò si aggiungono i problemi tecnici che diverse settimana fa portarono al dimezzamento delle corse potrebbero presto riproporsi. E, infine, da diversi giorni gli operai dell’azienda che si occupa delle pulizia dei treni e delle stazioni sono in sciopero. Inoltre da indiscrezioni provenienti dalle stanze dell’azienda a giugno potrebbe bloccarsi il pagamento degli stipendi.

L’INCIDENTE E LE RIPERCUSSIONI – Ieri notte un treno della linea Cumana, impegnato in una corsa per un test di routine è deragliato nella galleria che collega Gerolomini a Dazio. Molti sono stati i danni alla linea ferrata e all’elettrotreno. L’incidente senza conseguenze per le persone ha provocato un’ interruzione sulla linea che durerà per diversi giorni. I tempi di ripristino non paiono essere rapidissimi, quindi per diversi giorni il tratto coinvolto dall’incidente verrà percorso da un servizio navetta già attivo tra le due stazioni. Il treno deragliato è fuori uso, l’assenza di un mezzo potrebbe ripercuotersi nuovamente sugli orari. Una volta ripristinato il tratto interrotto, l’assenza del treno potrebbe causare forti slittamenti degli orari. Da ricordare che le casse vuote della Sepsa non assicurano un immediato ripristino del mezzo.

La stazione di Montesanto sporca

STAZIONI E MEZZI NON PULITI – La ditta esterna che si occupa della pulizia delle stazioni e dei treni, da tempo non riceve i pagamenti dei corrispettivi e la situazione si ripercuote inevitabilmente sui dipendenti che da mesi non ricevono lo stipendio. Da giorni gli addetti alle pulizie hanno, così, incrociato le braccia con i risultati che si possono bene immaginare e che sono sotto gli occhi di tutti.

SITUAZIONI STIPENDI – I dipendenti Sepsa presto potrebbero nuovamente ritrovarsi senza stipendio. Indiscrezioni provenienti dall’azienda dicono che sono in forte dubbio il pagamento degli stipendi della settimana prossima e delle quattordicesime previste per il 10 luglio. Anche se gli ultimi stipendi sono stati pagati regolarmente i dipendenti della Sepsa non ricevono i buoni pasto da molti mesi, vedendosi abbassare così il potere d’acquisto delle paghe.

LA REGIONE  CAMPANIA– Sebbene negli ultime mesi si siano ripetuti segnali positivi dalla Regione, non è ancora arrivato alcun finanziamento. Anzi, nelle scorse settimane il Presidente Caldoro ha dichiarato che fino a dicembre difficilmente sarà possibile finanziare alcun settore della Regione, non nascondendo le difficoltà anche a pagare i soli stipendi ai dipendenti della Regione. La Sepsa è quindi sempre più nel caos, a breve potrebbero esserci problemi anche più gravi del dimezzamento delle corse delle scorse settimane.

ANGELO GRECO