ACERRA – Nel quadro dell’intensificazione delle attività di prevenzione generale e di controllo economico del territorio, con particolare attenzione alla recrudescenza del contrabbando di sigarette, il Comando Provinciale della Guardia di Finanza di Napoli ha disposto una capillare intensificazione dei servizi di contrasto attuati sull’intero territorio provinciale. In tale contesto, i finanzieri appartenenti al Gruppo di Nola hanno arrestato in flagranza di reato 5 contrabbandieri, sequestrando complessivamente oltre 500 chili di sigarette. In particolare, le fiamme gialle nolane hanno attenzionato un’autovettura sospetta che si dirigeva in Acerra verso una zona periferica per poi introdursi all’interno di un capannone ad uso industriale. Pertanto i militari hanno fatto accesso nei predetti locali, dove sono stati individuati 5 cittadini italiani intenti nelle operazioni di trasbordo di “bionde” privo del contrassegno di stato.

L’ARRESTO – Le operazioni di controllo effettuate in loco permettevano di sequestrare 525 chilogrammi di sigarette di contrabbando, 1 capannone di circa 200 metri quadri utilizzato per lo stoccaggio della merce illecita e 2 autoveicoli per il trasporto. I responsabili, soggetti pregiudicati, su disposizione dell’Autorità Giudiziaria di Nola, sono stati associati presso la casa circondariale di Napoli – Poggioreale. L’attività testimonia il costante impegno esercitato dalla Guardia di Finanza di Napoli a tutela della sicurezza economico-finanziaria dei cittadini ed a contrasto di un fenomeno connotato da forte pericolosità sociale.