professionistiPOZZUOLI – Sono stati pubblicati oggi, sul Bollettino regionale (BURC), gli avvisi destinati ai professionisti dopo la decisione della Giunta di martedì scorso che ha stanziato 17 milioni di euro per il sostegno alle libere professioni. L’intervento regionale, utilizzando Fondi Europei della precedente programmazione (2007-2013), opera su due fronti: quello della formazione (7 milioni di euro in tre anni) e del sostegno allo sviluppo dell’attività (10 milioni di euro), dando priorità agli under 35.

FORMAZIONE – Per quanto riguarda la formazione sono previsti tre interventi. Concessione di agevolazioni per lo svolgimento di tirocini, obbligatori e non obbligatori (4 milioni di euro), per l’accesso alle professioni ordinistiche. I destinatari sono persone non occupate fino ai 35 anni. La durata massima del tirocinio rimborsabile è di sei mesi e viene concesso un contributo mensile di 500 euro. L’avviso prevede una procedura di presentazione delle domande a sportello.

regioneSostegno a percorsi formativi per liberi professionisti e lavoratori autonomi per 1,5 milioni di euro: sono concesse agevolazioni, senza limite di età, per la partecipazione a percorsi formativi al fine di rafforzare ed aggiornare, in termini di eccellenza e di qualità, le competenze e le abilità individuali dei professionisti e dei lavoratori autonomi.  Rientrano in questa misura anche i liberi professionisti in possesso di partita IVA, non iscritti ad albi e ordini professionali. Il contributo viene concesso a copertura del 75% del costo del percorso formativo per un massimo di 5000 euro.
Finanziamento di percorsi formativi curriculari per 1,5 milioni di euro: possono essere presentati dalle università progetti volti ad avvicinare i giovani alle professioni tramite esperienze formative in partenariato con ordini professionali e collegi ed associazioni. I professionisti, gli studi professionali le imprese o altri soggetti privati saranno soggetti ospitanti delle attività. Ogni progetto prevede il coinvolgimento di almeno 30 studenti.

SOSTEGNO ALL’ATTIVITA’ PROFESSIONALE – L’avviso prevede il cofinanziamento di programmi di investimento finalizzati all’avvio e allo sviluppo di attività professionali attraverso l’utilizzo di nuove tecnologie e l’innovazione tecnologica e prevede tra le spese ammissibili: spese per investimenti materiali (esempio: acquisti macchinari, attrezzature a tecnologia avanzata, ecc.); spese per investimenti immateriali (esempio: acquisto brevetti, licenze, software, certificazioni, ecc.).

IL FINANZIAMENTO – Possono presentare domanda di agevolazione i liberi professionisti operanti sul territorio regionale, “aspiranti liberi professionisti in forma singola”, non ancora in possesso di una partita IVA riferibile all’attività professionale che intendono avviare e associazioni tra professionisti mono e multidisciplinari aventi il luogo principale di esercizio nel territorio della Regione Campania. Il finanziamento massimo concedibile, a copertura del 50% dei costi, è pari a 25.000€ ed è a fondo perduto. Entro 60 giorni da oggi sarà messa a disposizione una piattaforma web dedicata, attraverso la quale gli interessati, previa iscrizione, potranno fare domanda di partecipazione. Le richieste saranno valutate in ordine cronologico di presentazione, dando priorità agli under 35.  Ad ogni domanda verrà assegnato un punteggio, secondo criteri prestabiliti, e solo quelle che supereranno predeterminate soglie saranno finanziate, fino ad esaurimento fondi. L’investimento dovrà concludersi entro 18 mesi dalla concessione del contributo.