POZZUOLI – Questa mattina i militari della Compagnia di Pozzuoli hanno dato esecuzione a una misura cautelare (2 in carcere e 3 agli arresti domiciliari) – emessa dal gip del Tribunale partenopeo su richiesta della locale Procura della Repubblica, Settima Sezione – nei confronti di 5 indagati (due già reclusi per altra causa), ritenuti responsabili, a vario titolo, di associazione per delinquere, furto e rapina. Il blitz è scattato alle prime ore dell’alba tra Pozzuoli e Quarto. L’attività investigativa, condotta dal citato reparto, ha consentito di ricostruire le condotte illecite di un gruppo criminale dedito alla commissione di reati contro il patrimonio ed operante nell’area flegrea, nonché di raccogliere gravi indizi di colpevolezza a carico degli indagati in relazione a 18 furti commessi, nottetempo, all’interno di abitazioni ed esercizi commerciali da ottobre 2017 a marzo 2018, durante i quali sono stati asportati trattori, motocoltivatori, attrezzature agricole, utensili per l’edilizia ed altro. Nel mirino soprattutto garage e rimesse agricole.

LE INDAGINI – Dall’attività investigativa è emerso che, in una circostanza, tre dei sodali, sorpresi dalla vittima, hanno opposto resistenza per assicurarsi la fuga, causandole lesioni giudicate guaribili in giorni 10. Le indagini hanno anche consentito di arrestare 5 soggetti in flagranza per i reati di furto e rapina.