QUARTO – Ad oltre tre anni dall’approvazione dei progetti per il risanamento delle tre importanti vasche di raccolta della acque pluviali, è arrivato un importante passo in avanti e a breve partiranno anche le gare d’appalto. Si tratta dei canali situati in località Cuccaro, Crocillo e Caselanno, fortemente bisognosi di “cure”.

LA SVOLTA LA SCORSA PRIMAVERA – In particolare si tratta di lavori di “ricavamento e riqualificazione” delle tre strutture realizzate decenni fa e da sempre alle prese con non pochi problemi di tenuta. La svolta era arrivata nell’aprile scorso, quando su proposta del settore Lavori Pubblici del Cmune, l’allora commissario straordinario riuscì ad ottenere dal Ministero dell’Interno i finanziamenti necessari: circa 2 milioni di euro da suddividere in parti quasi uguali per i tre singoli progetti. Dal 2015, invece, si era atteso inutilmente l’arrivo dei fondi Rendis, vale a dire quelli del Ministero dell’Ambiente inerenti il Repertorio nazionale degli interventi per la difesa del suolo.

I CONTROLLI – A vigilare sulla perfetta esecuzione degli interventi durante tutta la loro esecuzione e fino alla consegna, ci saranno dei tecnici specializzati esterni, figure professionali non presenti nell’organico di via De Nicola. Ad ognuno di loro andrà un compenso di poco meno di 20mila euro. Tutto ciò, si spera, potrà far dimenticare scene come quelle devastanti già viste troppe volte negli ultimi anni.