da sinistra: Beniamino Cipolletta e Vincenzo Baia

QUARTO – Restano in carcere Beniamino Cipolletta, 22 anni, il cugino omonimo di 18 anni e Vincenzo Baia, 29 anni, i tre rapinatori di Pomigliano d’Arco che durante l’assalto alla Sala Slot “Caesars Games” di Quarto ferirono gravemente un dipendente di 64 anni. Nei loro confronti il Gip del Tribunale di Napoli ha emesso un’ordinanza di custodia cautelare in carcere per rapina, tentato omicidio e detenzione illegale di arma che è stata eseguita dai carabinieri della Compagnia di Pozzuoli. I tre, insieme a un quarto complice che li attese in auto, lo scorso 20 luglio si resero protagonisti di un violento assalto armato all’interno della sala di via Campana. Mentre uno teneva sotto la minaccia di una pistola i clienti, in due si scagliarono contro l’addetto alla casa: gli esplosero sei colpi di pistola contro, attraverso la porta e la vetrata, ferendolo gravemente. Con l’uomo a terra in una pozza di sangue, gli misero le mani in tasca e poi presero dalla casa i soldi: in tutto portarono via un bottino di 950 euro. Ma la fuga durò meno di 24 ore: furono catturati dai carabinieri in una casa a Castel Volturno dove si erano nascosti.