QUARTO – Risveglio da incubo per la città di Quarto. Questa mattina i residenti di via Campana, arteria che collega il paese flegreo alla città di Pozzuoli, si sono ritrovati ad affrontare l’ennesimo allagamento. Poche ore di pioggia, ma intense, hanno messo in ginocchio la zona del Bivio. E via il bilancio dei danni da parte degli esercenti e dei cittadini. Garage e pianterreni sono stati completamente ricoperti da acqua e da liquami. Secchi, scope e bacinelle le “armi” utilizzate per far defluire quanta più acqua possibile. Il cielo è stato solcato in pochi minuti da fulmini e tuoni: violenti temporali si sono abbattuti sull’intero comprensorio flegreo. Molte le strade che si sono trasformate in veri e propri fiumi in piena.

I DISAGI – Il nubifragio, abbattutosi sul territorio nelle scorse ore, di danni ne ha fatti. A partire dai rami spezzati ad arrivare alle strade e alle cunette laterali. Criticità soprattutto per negozianti e residenti che si sono visti allagare i locali. I tombini, infatti, non ce l’hanno fatta a reggere una così grossa quantità di pioggia caduta in poco tempo. E sono praticamente esplosi. Per non parlare poi delle grondaie e dei canali di scolo, vittime della scarsa manutenzione e pulizia da parte degli enti preposti. Tutto è stato intasato dalla potenza dell’acqua. In poco tempo via Campana si è ritrovata sott’acqua. In alcune aree il livello ha sorpassato anche i venti centimetri. «Ci risiamo con l’ennesimo allagamento del Bivio di Quarto. Non ho parole; siamo bloccati in casa e non possiamo uscire», lo sfogo di una residente del posto. Insomma continua a piovere sul bagnato.