Un sentiero nella zona del Castagnaro

QUARTO –  E’ durato circa due ore l’incontro tra il Sindaco di Quarto, Massimo Carandente Giarrusso, e il commissario straordinario per le discariche, Annunziato Vardè, tenutosi stamane presso gli uffici della SAPNA. Circa 100 manifestanti del Comitato “No alla discarica al Castagnaro”, il cui presidente era presente all’incontro, hanno accolto il Sindaco quartese all’arrivo alla SAPNA. Durante la riunione, il primo cittadino quartese ha ribadito il suo no perentorio alla discarica al Castagnaro e ha confermato il suo impegno per l’adesione al programma “rifiuti 0” raggiungibile con la raccolta differenziata “porta a porta” già attuata ormai in gran parte della città.

COMMISSARIO FERMO –  “E’ stato un incontro interlocutorio;” – ha dichiarato Giarrusso-” ho ribadito al Commissario Vardè che il compost fuori specifica è nocivo per l’ambiente e per l’uomo e che, dunque, non può essere utilizzato per la ricomposizione della Cava del Castagnaro mentre lo stesso Vardè insiste nell’affermare che tale compost è a norma e non nocivo. Il commissario, che ha ricevuto pieni poteri in materia di apertura di discariche, ha una certa fretta nel voler risolvere la questione: a giugno dovrà ritornare a Bruxelles con un Piano di Gestione Rifiuti per la Campania adeguato e ci ha proposto un tavolo tecnico misto, composto da nostri esperti ed esperti tecnici del Prefetto,  per analizzare la nocività e le proprietà del Compost Fuori Specifica CER 19.05.03. Un campione di tale compost verrà prelevato a Tufino ed analizzato contemporaneamente dagli esperti ed i risultati verranno comparati” – ha spiegato ancora il Sindaco. Noi siamo convinti della nocività del compost e siamo stati perentori in tal senso: non vogliamo una discarica nel nostro comprensorio che ha già penato con le discariche di Pianura, Giugliano e Villaricca, tutte località limitrofe a Quarto” – ha concluso Giarrusso.

CS