La Foresta di Cuma

POZZUOLI –  Un ultraleggero con a bordo un giovane sarebbe precipitato questo pomeriggio, nella foresta di Cuma. L’allarme è stato lanciato da un residente del posto che ha raccontato ai carabinieri di Licola di aver visto un deltaplano cadere tra la vegetazione e la spiaggia, fornendo tutta una serie di elementi che portano i militari a ritenere attendibile il racconto dell’uomo. Immediatamente dopo la segnalazione sono cominciate le ricerche del velivolo e dell’uomo che sarebbero precipitati nella zona della foresta o addirittura in mare.

RICERCHE FINO A TARDA SERA –  Impegnati sul posto decine di uomini tra Carabinieri, Guardia Forestale e Protezione Civile che basandosi sul racconto dell’uomo hanno battuto palmo a palmo l’area indicata dall’uomo per cercare l’ultraleggero. Le ricerche sono proseguite per l’intero pomeriggio e fino alla tarda serata quando sono state interrotte. In particolare le ricerche si sono concentrate nella foresta di Cuma e lungo la spiaggia di Licola, ma purtroppo senza dare risultati. I Carabinieri hanno anche verificato l’attendibilità del racconto fornito dall’uomo che avrebbe visto il deltaplano precipitare nella boscaglia o addirittura in mare.

SI CONTINUERA’ A CERCARE –  Le operazioni di ricerca sono state rese difficili non solo dall’oscurità, ma anche dalla fitta vegetazione e dalla foschia che renderebbe problematica l’individuazione del velivolo. Le ricerche riprenderanno all’alba con l’utilizzo di un “Drone” (piccolo aereo telecomandato dotato di telecamera) che riprenderà la zona dall’alto nel tentativo di localizzare il velivolo precipitato.

IL TIMORE – E’ che l’ultraleggero sia finito in mare o che sia finito per schiantarsi al suolo in una zona difficile da raggiungere. Controlli ai campi di volo o eventuali denunce di scomparsa potrebbero aiutare le ricerche che riprenderanno nelle prossime ore.

GENNARO DEL GIUDICE
[email protected]