POZZUOLI – La costruzione di una nuova scuola nel quartiere di Licola Mare. A farsi promotori della proposta sono i consiglieri Raffaele Postiglione di Pozzuoli Ora, Antonio Caso e Domenico Critelli del Movimento Cinque Stelle. Si punta ad una moderna ed accogliente scuola in bioedilizia, antisismica, eco-sostenibile, con ampia area ludico-didattica esterna e dai tempi e costi di realizzazioni abbastanza contenuti.

IL PROGETTO – «Il Comune di Pozzuoli dal 1998 paga l’affitto ad un privato, attualmente di circa 5 mila euro mensili, per la succursale di Licola Mare dell’ottavo circolo “Oriani Diaz”. Una struttura nata con altri fini e successivamente adattata a scuola materna e primaria, che ospita circa 160 bambini in condizioni di comfort e sicurezza che lasciano abbastanza a desiderare. La scuola è situata a fronte strada, non ha un punto di raccolta protetto in caso di emergenze, e mancano alcune certificazioni. Da un calcolo approssimativo, dal 1998 l’amministrazione comunale ha sborsato più di 800 mila euro per una ‘non scuola’ in un territorio degradato. Si poteva fare di più e meglio, visto che nelle immediate vicinanze c’è un’area di circa 2.100 mq destinata proprio ad edilizia scolastica. Dopo il nostro sopralluogo dei giorni scorsi, abbiamo pensato che i bambini di Licola Mare meritino di più e ci siamo mesi a lavorare per la proposta che sottoporremo alle Commissioni Consiliari», hanno dichiarato i due consiglieri comunali del M5S, Antonio Caso e Domenico Critelli. «In una città dove gli Standard urbanistici sono sempre stati visti come un’occasione di speculazione economica e politica, – attacca Raffaele Postiglione, consigliere comunale di Pozzuoli Ora–  vogliamo ripristinare il loro vero fine: offrire ai cittadini opportunità e accrescere il loro benessere.  Con la nostra proposta vogliamo dotare il quartiere di una vera scuola e far partire da il rilancio di Licola».