POZZUOLI – Due giorni di “tilt” per l’ufficio Anagrafe, alle prese con un cambio di piattaforma informatica che di fatto ha provocato lo stop alle richieste di gran parte dei certificati da parte dei cittadini. I disagi maggiori si sono registrati per ciò che riguarda la registrazione dei neonati.

GLI EFFETTI A CATENA – Uno stop che ha avuto effetti a catena poco gradevoli per i genitori. In molti, infatti, non riuscendo a nella procedura di registrazione, non hanno potuto beneficiare delle cure dei pediatri messi a disposizione dall’Asl. Ciò in quanto all’azienda sanitaria non era giunta alcuna certificazione circa la nascita dei piccoli. Rallentamenti si sono avuti anche per il rilascio delle carte di identità, mentre si è dovuto procedere “a mano” per il rilascio dei certificati di morte, visto l’impellenza di dover procedere ai funerali.

VERSO LA NORMALIZZAZIONE – Il black out dovrebbe essere stato superato nelle ultime ore, ma soltanto nella giornata di mercoledì si saprà se la situazione è andata definitivamente verso la normalizzazione.