POZZUOLI – Insulti, schiaffi e pugni. Una serata di paura nel cuore del centro storico di Pozzuoli. In piazza della Repubblica quattro ragazzi si sono affrontati, dando vita ad una rissa furibonda a colpi di bottiglie di vetro spaccate e di sedie. A causa del litigio le numerose persone che stavano trascorrendo qualche ora in strada hanno deciso di allontanarsi e fare ritorno a casa. I carabinieri di Pozzuoli, di pattuglia per prevenire e, come in questo caso, reprimere i reati commessi durante la movida nei luoghi del passeggio, hanno assistito alla scena: i quattro giovani si stavano aggredendo e assalendo con forza. I militari dell’Arma, agli ordini del capitano Di Stefano, sono subito intervenuti immobilizzandoli. Resta la delusione delle tante persone che, ieri sera, non si sono potute godere un momento di svago.

Da sinistra Teddy Tecle e Giuseppe D’Orio

L’ARRESTO – I quattro sono stati tratti in arresto per rissa, violenza nonché resistenza e lesioni a pubblico ufficiale. Ancora ignoti i motivi all’origine della zuffa. Sono stati sottoposti ai domiciliari in attesa del giudizio direttissimo Teddy Tecle, 31enne; Antonio Cavaliere, 20enne; Giuseppe D’Orio, 32enne e Gaetano Cavaliere, 22enne. Per Teddy Tecle, lo scorso anno a dicembre, si aprirono le porte del carcere di Poggioreale perché fu accusato di aver danneggiato l’ingresso di un negozio di articoli per fumatori a Pozzuoli. Ben 3.500 euro i danni stimati per l’attività commerciale di via Pergolesi. Nel 2016, inoltre, il 31enne finì in manette per droga: la polizia trovò nel portabagagli dell’auto 12 dosi tra hashish e cocaina.