POZZUOLI – Dopo un inseguimento di tre chilometri hanno aggredito i carabinieri prima di essere arrestati a Licola mare. In manette sono finiti due rapinatori conosciuti a Pozzuoli, protagonisti di diverse rapine in città: Luigi Roberto Sannino, 33 anni, detto “Willy”, di Castelvolturno; e Albino Moreno, anch’egli 33enne di Giugliano e già noto alle forze dell’ordine. I due sono stati notati su via Orsa Maggiore in sella a un “beverly” 250 di proprietà di Albino sul quale avevano fissato una targa rubata a Pozzuoli da un altro scooter e sovrapposta a quella originale. Alla vista dei carabinieri si sono dati alla fuga dando vita a un inseguimento di circa 3 km, fino a via Licola mare, dove sono stati raggiunti e bloccati dopo colluttazione.

I PRECEDENTI – Poco dopo, nel proseguo delle indagini, ai due sono stati sequestrati lo scooter, un passamontagna, uno scaldacollo e una pistola replica di un revolver, quest’ultima rinvenuta e sequestrata a casa di Sannino. I due sono stati arrestati per resistenza a pubblico ufficiale; per Sannino invece è scattata anche l’accusa di evasione dagli arresti domiciliari. Dopo le formalità di rito sono stati tradotti nel carcere di Poggioreale. Nel 2010 Albino finì in manette per una rapina ai danni di una farmacia in via Terracciano, a Pozzuoli; mentre Sannino fu arrestato nel 2016 per una rapina ai danni del Decò di Arco Felice.