POZZUOLI – Diciamolo chiaramente: contro i parcheggiatori abusivi non c’è nulla da fare. Un fine settimana indecoroso per l’intera città quello appena trascorso, con le aree di sosta prese d’assalto da chi impunemente continua a chiedere soldi agli automobilisti e a gestire il “posizionamento” delle vetture.

LO SPUTTANAMENTO – Il tutto anche davanti agli occhi a chi vedeva Pozzuoli per la prima volta, come quei turisti rimasti sgomenti lungo via Roma e nel piazzale antistante occupato di giorno dai mercatali. Urla, richiami, e tasche piene per gli abusivi della sosta, contro cui era stata lanciata una campagna nell’oramai lontano 2012. Non è cambiato assolutamente nulla. Loro sono sempre lì, e l’unica regola a cui devono attenersi è quella turnazione.

SOLDI ALLA CAMORRA – Se qualcuno di loro è indisponibile, ecco spuntare immediatamente il sostituto, preso direttamente da una panchina lunghissima. Lo dicono gli atti giudiziari: dietro la gestione della sosta ad opera degli abusivi, spesso c’è la malavita organizzata. Bisognerebbe ricordarlo a coloro che tirando fuori pochi euro “per stare tranquilli” in realtà sta gonfiando le tasche della camorra.