di Alessandro Napolitano

fasano
Allagamenti in via Fasano

POZZUOLI – Continui allagamenti, auto costrette a «guadare» la strada, polvere e detriti una volta asciugata la pioggia. Da tempo via Fasano si trasforma così ad ogni acquazzone. Il Comune ha messo a disposizione circa 150mila euro per lavori da affidare al Consorzio Acquedotto Flegreo. Trattandosi però di lavori straordinari questi saranno a carico dell’ente locale: «eventuali lavori di modifica o estensioni di piccoli tratti di rete, che si rendessero necessari nel corso della gestione o del servizio, saranno eseguiti a cura dell’appaltatore».

I PROBLEMI – I danni principali sono quello verificatesi nel novembre di un anno fa, quando un nubifragio si abbattè sulla città. «Notevoli volumi di acqua hanno provocato la rottura degli argini del Vallone Starza, posto tra la via Campi Flegrei e la via Fasano, canale di smaltimento che raccoglie le acque piovane provenienti dalla parte alta della città e le convoglia verso il mare – si legge nella relazione tecnica del Comune – La rottura arginale ha provocato l’inondazione delle aree poste a ridosso della linea ferrata della Cumana e il conseguente dilavamento dei terreni ha completamente occluso i tratti di canali coperti generando l’allagamento della via Fasano con il conseguente blocco della circolazione stradale». All’alluvione del 2013 sono seguiti altri eventi meteorologici particolarmente intensi, come quelli della scorsa estate. L’abbondanza di acqua ha di fatto danneggiato la tubature fognarie. Nonostente alcuni lavori già effettuati dal Comune, in particolare lungo il Vallone Starza e la stessa via Fasano, servono interventi più incisivi. Che verranno effettuati nell’area ex Sofer, oggi nella disponibilità della Waterfront Flegreo Spa. Ad essere interessate dai lavori saranno anche le rampe San Giuseppe, anch’esse colpite da allagamenti e infiltrazioni d’acqua negli stabili. I lavori, in estrema sintesi, riguarderanno: la pulizia dei collettori fognari con macchine idrodinamiche e la pulizia dei canali interni all’area ex Sofer;