POZZUOLI – Ha aggredito gli infermieri e ha sfasciato il pronto soccorso dove si era barricato per ore. Il motivo? gli dava fastidio il catetere. Il protagonista della follia è un 27enne di Giugliano, Luigi De Falco, già noto alle forze dell’ordine. L’uomo era giunto in ambulanza al “Santa Maria delle Grazie” poco dopo le 13 di ieri e condotto nel box numero due del pronto soccorso. Qui, dopo aver ricevuto le prime cure, è andato in escandescenza scagliandosi contro tutto e tutti, distruggendo tutto ciò che ha trovato all’interno del box in cui era stato condotto: un pc, attrezzature sanitarie, una lampada di emergenza, vetri, lettini, ed ha lanciato le bottigliette di flebo contro alcuni presenti che avevano provato a calmarlo.

LA FOLLIA – Poi, insanguinato, ha tentato di entrare nel reparto di pediatria ma è stato fermato dalle guardie giurate che nel frattempo avevano messo in sicurezza degenti e personale ospedaliero isolando il folle. La situazione è tornata alla calma dopo l’arrivo dei carabinieri della stazione di Licola che dopo un tentativo di aggressione da parte di Di Falco, lo hanno bloccato nel corridoio e arrestato. Il 27enne, che ha provocato danni per oltre 2mila euro, è stato processato in mattinata con rito direttissimo.