POZZUOLI – Il sindaco di Napoli, Luigi De Magistris, incontra la comunità “Monachelle”.  Domani 21 aprile, alle ore 11, insieme al primo cittadino ci saranno anche la delegata al Mare Daniela Villani e gli assessori Enrico Panini e Ciro Borriello. Il Sindaco di Napoli sarà all’Ex Convitto delle Monachelle, in Arco Felice, bene pubblico restituito all’uso civico e alla fruizione libera da parte degli abitanti del luogo e di tutta la Città Metropolitana. Sarà l’occasione per affrontare insieme le problematiche contingenti, le attività operative e programmabili. Saranno ciceroni alcuni componenti del Comitato delle Monachelle, si avrà modo di conoscere anche persone abitanti del luogo che lo frequentano abitualmente.
La bellezza del sito, oltre al panorama sul mare è validata dai giardini riattivati con cura dei prati, panche e tavoli tondi con legno riusato, il palco per i concerti all’esterno, altalene amache e giochi per bimbi e ragazzi, veri orti sociali e il reattore biologico, le sale aperte e ripulite per eventi al chiuso, biblioteca videoteca e laboratori artistici e artigianali, come quello di falegnameria.

I TEMI – Sarà l’occasione per affrontare insieme le problematiche contingenti, le attività operative e programmabili: Sospensione e revoca del procedimento per l’asta di vendita delle Monachelle, anche quale seguito alla nota pec di informativa e diffida trasmessa dal Comitato di Funzionari Direttori del Comune di Napoli; Erogazione delle utenze, acqua e elettricità, sino ad ora sopperito con raccolta acqua piovana, trasporto della potabile e impianto fotovoltaico o gruppo elettrogeno; Utilizzo dell’accesso diretto per volumi maggiori dal cancello custodito dalla Prysmian; Azioni atte a migliorare le condizioni di vivibilità (attualmente al limite della decenza) per i Senza Fissa Dimora che vivono nella struttura senza acqua servizi igienici e docce; Tavolo permanente, fra Amministrazione Comunale di Napoli e Comitato ex Convitto delle Monachelle, di condivisione delle azioni progettuali di bene comune liberato da realizzare al sito detto delle Monachelle il cui gruppo di lavoro (architetti, ingegneri, sociologi, avvocati, impiegati, operai, disoccupati) ha già avviato un’analisi progettuale da circa 3 mesi.