Vincenzo Perillo

POZZUOLI – Dopo oltre dieci anni è uscito dal carcere Vincenzo Perillo, 43 anni, parente stretto di Gennaro Perillo detto “Carrichiello”, ucciso nel 2006 nella villetta del Rione Toiano: per quell’omicidio sono alla sbarra il Ras Lino Pagliuca e Antonio Luongo detto “Tonino o pazzo”. Perillo, legato al clan Beneduce, fu arrestato nel maggio del 2008 insieme ad un altro affiliato per detenzione di armi da guerra e sostanze stupefacenti e condannato a 10 anni e mezzo di reclusione. Dopo due anni fu destinatario, insieme ad altre 83 persone, di un altro ordine di carcerazione nell’ambito dell’operazione “Penelope”. “In quel periodo al clan serviva reclutare gente perché vi erano stati molti arresti” raccontò all’epoca il collaboratore di giustizia Rosario Solmonte che annovero’ Vincenzo Perillo quale “nuova leva” dell’ala del clan che faceva capo al boss Gaetano Beneduce.