POZZUOLI – Riceviamo e pubblichiamo dai consiglieri comunali del Movimento 5 Stelle Antonio Caso e Domenico Critelli.

LA DENUNCIA – E’ incredibile quanto accaduto nella seduta del Consiglio Comunale di oggi. Al momento della discussione sui debiti fuori bilancio la maggioranza Figliolia si è improvvisamente dileguata (i Consiglieri De Simone, Pafundi e Villani erano assenti dal principio), facendo mancare nuovamente il numero legale. E’ la terza volta che accade da quando abbiamo segnalato forti criticità su quattro di questi debiti, generati da ordinazioni di lavori e servizi effettuate nel 2017, senza seguire le regolari procedure di spesa, per un valore complessivo di 485.448,97 euro.

LA PESANTE ACCUSA – In sostanza si è fatto lavorare aziende senza alcun affidamento ufficiale. Le tre proposte di riconoscimento riguardanti l’assistenza anziani e disabili, affidate irregolarmente alla ditta IFLHAN srl, dopo i nostri rilievi e su richiesta al Sindaco da parte del Dirigente al ramo, erano stati ritirati per maggiori approfondimenti e quindi non inseriti nell’ordine del giorno di oggi. C’era però il debito relativo alla gestione delle stazioni di sollevamento riguardante la ditta Coget del valore di circa 96.000 euro. Ma ancora una volta, al momento della discussione, la maggioranza Figliolia ha fatto mancare il numero legale. Una scena triste quella dei Consiglieri che abbandonano l’aula, lasciando soli Sindaco e Giunta.

ESPOSTO ALLA CORTE DEI CONTI – Quest’atteggiamento non fa altro che confermare i nostri dubbi sulle anomalie riscontrate, relative a tempistiche e rendicontazioni, che saranno naturalmente oggetto di un esposto alla Procura della Corte dei Conti. Al di là della questione di legittimità contabile, c’è da evidenziare che la generazione di questi debiti era evitabilissima, poiché si tratta di lavori e servizi ampiamente programmabili, ed invece si è assistito a ritardi nei bandi, annullamenti di gare, affidamenti diretti nelle more delle procedure di gara. Eppure si tratta di temi delicatissimi, per i quali è indispensabile operare con efficienza ed efficacia per garantire continuità e qualità dei servizi. Insomma, anche questa volta, l’Amministrazione Figliolia ha dato il peggio di sé, ma noi non ci rassegniamo a questo modo di fare, continueremo a svolgere il nostro lavoro di proposta e controllo nell’interesse della collettività.