nuovo varco sul porto di Pozzuoli (1)POZZUOLI – Presi a calci e pugni da una branco di ragazzini e poi rapinati di un telefonino. E’ quanto accaduto a due giovanissimi di appena 12 e 14 anni, giunti sul lungomare Cristoforo Colombo e poi aggrediti. Grazie alla descrizione dei baby-rapinatori, però, i carabinieri sono riusciti ad individuare i responsabili. E la loro età lascia ancora più di stucco: hanno tutti 15 anni e risultano incensurati.

PRIMA ACCERCHIATI, POI DERUBATI – Le vittime, una di Pozzuoli e l’altra di Napoli, stavano percorrendo via Tranvai quando sono state avvicinate da uno dei componenti della banda in sella ad una bicicletta. Ha uno strano atteggiamento, sembra scrutarli da capo a piedi. Poco dopo il pestaggio ad opera di ben cinque giovanissimi. Calci, pugni e poi la rapina dello smartphone, prima di allontanarsi nella speranza di farla franca. Ma i carabinieri, allertati da una telefonate ala 112, raccolgono le testimonianze dei malcapitati i quali dovranno anche far ricorso alle cure del pronto soccorso. Fortunatamente per loro solo ferite giudicate guaribili in una settimana. Intanto i cinque componenti della banda venivano bloccati e denunciati a piede libero. Dovranno rispondere di concorso in rapina aggravata e lesioni.