POZZUOLI – Meglio tardi che mai. Sono trascorsi ben 14 anni, infatti, dalla sentenza che ha stabilito l’abusività di un’opera realizzata in via Cigliano, e che presto verrà finalmente abbattuta. Ed altri dieci anni sono dovuti passare dalla nota del Tribunale di Napoli che dava esecuzione all’ordinanza di demolizione del manufatto.

SOMME ANTICIPATE – Il Comune si farà anticipare i soldi necessari dalla Cassa Depositi e Prestiti, salvo poi rivalersi sul responsabile dell’abuso. Per buttare giù l’opera occorreranno poco più di 36mila euro, denaro che l’ente dovrà poi restituire entro due mesi dalla riscossione della somma a carico dell’abusivista. Dunque, anni dopo la decisione dei giudici, arriveranno le ruspe in via Cigliano, una delle zone della città maggiormente colpita dal fenomeno dell’abusivismo e già teatro di diverse demolizioni.