POZZUOLI – Si erano organizzati per incontrare una prostituta in casa sua, ma si sono invece ritrovati davanti due nigeriani armati di coltello a cui hanno dovuto consegnare telefoni cellulari e soldi. E’ accaduto a Castel Volturno, dove i carabinieri hanno arrestato i due africani, di 25 e 40 anni, per rapina. Con loro è finita in manette anche la stessa prostituta, una puteolana di 25 anni. I tre giovani, di età compresa tra 21 e 22 anni, hanno dunque dovuto subire una vera e propria aggressione, al termine della quale si sono visti alleggerire degli smartphone e di 35 euro. I due nigeriani, tra l’altro senza alcun permesso di soggiorno, si trovano rinchiusi nel carcere di Santa Maria Capua Vetere. La donna, invece, nella casa circondariale femminile di Pozzuoli.