POZZUOLI – «Ho denunciato per senso civico, perché nessuno denuncia e perché non ne posso più di essere costretto a dare soldi per forza ogni volta che parcheggio la mia auto. Se non lo facciamo noi cittadini, che siamo vittime di episodi del genere, diventa difficile per le forze dell’ordine punirli e contrastare questo fenomeno». Queste le parole di P.I., studente di 22 anni di Pozzuoli, che venerdì pomeriggio ha trovato il coraggio di denunciare il parcheggiatore abusivo che pretendeva da lui 50 centesimi per un “posto auto” all’ingresso della spiaggia di Licola. Il giovane, davanti alle insistenti richieste e alle minacce di un 56enne già noto alle forze dell’ordine, ha più volte detto “no” all’abusivo per poi recarsi presso la stazione dei carabinieri di Pozzuoli dove ha sporto denuncia. L’uomo è stato fermato poco dopo dai militari e denunciato per tentata estorsione.