POZZUOLI – La Puteolana 1902 ha presentato, attraverso il vice presidente Marcello Maione, un reclamo contro la decisione della disputa della prossima gara interna con la Frattese a porte chiuse ed ammenda di Euro 1000 applicate dal Giudice Sportivo Territoriale in ordine alla gara contro l’Afro Napoli United valida per la competizione di Coppa Italia giocatasi lo scorso 16 Ottobre. Il ricorso è stato redatto dal segretario Giorgio Buongiorno. La tesi della difesa verte sulla fattiva collaborazione della società puteolana con le “Forze dell’ordine e le altre autorità competenti per l’adozione di misure atte a prevenire i fatti violenti o discriminatori” e tempestiva azione per la “rimozione di disegni, scritte, simboli, emblemi o simili, o per far cessare i cori e le altre manifestazioni di violenza o di discriminazione”. Il ricorso sottolinea l’estrema correttezza della stragrande maggioranza dei sostenitori che hanno manifestato la totale dissociazione da tali comportamenti. In totale contrasto con quanto appare nel Comunicato Ufficiale che denuncia una mancata collaborazione dei dirigenti a “ricondurre i toni nell’ambito del corretto confronto sportivo”.

I LAVORI – L’udienza è fissata per il prossimo lunedì 4 novembre; la società puteolana ha chiesto di poter anticipare la discussione in modo da permettere (chiaramente in caso in cui dovesse essere accolta l’istanza), di giocare il prossimo incontro con la Frattese, con la quale esiste peraltro un gemellaggio tra le tifoserie, a porte aperte. Sarebbe un risultato importante data la delicatezza della partita che vede affrontarsi rispettivamente la seconda e la terza forza del campionato. Altra notizia, e non di poco conto, è la messa in sicurezza dello Stadio Domenico Conte per il quale, a seguito di perizie e diversi interventi strutturali, è stata concessa piena agibilità dal Comune di Pozzuoli. Dunque lo stadio è aperto, ci tocca attendere che “possano” entrarvi i tifosi.