POZZUOLI – Un’attesa che dura da ben 35 anni ed ancora senza alcun risultato concreto. E’ quella vissuta da una donna di Pozzuoli che dal lontano 1984 attende un titolo edilizio che il Comune non le ha mai rilasciato. Un documento che l’ente avrebbe dovuto rilasciare anche in forza ad una decisione del Tar risalente al 2006, che obbligava via Tito Livio a soddisfare quanto richiesto dalla donna.

L’INERZIA DEGLI UFFICI – Nonostante il lunghissimo lasso di tempo, però, dagli uffici non è stato ancora rilasciato alcunché. Da qui la decisione della residente a Pozzuoli di ricorrere nuovamente ai giudici che già 13 anni fa le avevano dato ragione. Il Tribunale amministrativo regionale della Campania si è nuovamente espresso, non solo sottolineando l’inerzia del Comune, ma anche il fatto che quest’ultimo non si sia nemmeno costituito in giudizio.

CONTO ALLA ROVESCIA – Il risultato è che ora l’ente ha 60 giorni di tempo per rilasciare il titolo edilizio e per ogni settimana di ritardo dovrà anche pagare una mora di cento euro. Nel frattempo, dalla Prefettura sarà nominato un commissario ad acta che in caso di ulteriore inottemperanza del Comune, si sostituirà ad esso per la conclusione della pratica. Ed ovviamente il compenso a lui dovuto sarà a totale carico del municipio.