QUARTO – Uniti dallo stesso destino ed ora ancora più vicini per presentare assieme un nuovo progetto politico. Il sindaco di Parma, Federico Pizzarotti, sarà a Quarto il prossimo 2 dicembre. Ad accoglierlo il primo cittadino Rosa Capuozzo.

DESTINI INCROCIATI – Entrambi eletti con il Movimento 5 Stelle, hanno poi dovuto fare i conti con le espulsioni quanto meno rumorose ad opera di Grillo & Co., continuando però ad amministrare le rispettive città. “Coraggio Quarto”, questo il nome della nascente associazione che riceverà un battesimo del tutto particolare. L’appuntamento è nella sala congressi della chiesa Gesù Divin Maestro, e non nella consiliare Peppino Impastato, la stessa che ha visto “protagonista” Rosa Capuozzo davanti ai giornalisti di mezza Italia. Era il 2016, i 5 Stelle avevano da poco espulso dal Movimento il sindaco di Quarto, che di lì a poco avrebbe annunciato le proprie dimissioni. Dimissioni ritirate per dar vita ad un governo cittadino sostenuto da una maggioranza multicolore che avrebbe garantito al primo sindaco donna di Quarto di andare avanti.

“NOI NON SIAMO CAMBIATI” – «Sarà, questa, un’occasione per rivedere Federico e poter finalmente parlare e confrontarci nelle idee, personalmente, che feci due anni fa – sottolinea la fascia tricolore quartese – Ci siamo sentiti spesso telefonicamente in questi anni, ma gli impegni amministrativi non hanno permesso un incontro tra di noi ed ora, come sindaci liberi, lo faremo. Avverrà il confronto che anni fa ci fu impedito, un incontro che avremmo voluto realizzare al fine di relazionarci sulle problematiche dei territori che amministriamo per migliorare, ma che ci fu negato da chi coordinava la nostra linea politica. Un’occasione per dimostrare che noi non siamo mai cambiati».

LA FRECCIATINA AI 5 STELLE – A spiegare di sia “Coraggio Quarto” è il vice della Capuozzo, Andrea Perotti, che non risparmia qualche stilettata ai 5 Stelle: «Rappresenta anche un progetto politico già in essere dall’attuale amministrazione, ma avrà uno scopo prevalentemente associativo finalizzato a creare sinergie sul territorio. Sabato sarà una giornata importante anche perché l’incontro che avverrà tra il nostro sindaco e Federico Pizzarotti, sarà l’inizio di un reale e concreto confronto, tra sindaci di realtà diverse, un rappresentare le esigenze vivendo i rispettivi territori, per trovare comuni soluzioni che siano tali per tutti, cosa da sempre vietata, da chi inneggia alla democrazia partecipata, che ai fatti, resta solo uno sport». Un’occasione, dunque, per confrontare le due esperienze. Ed anche per capire se e dove si fermano le analogie.